Anche se non è l’immagine tradizionale, la visione di una persona matura che fa ginnastica fortunatamente sta diventando sempre più frequente.

Citiamo alcuni esempi:

  • GIUSEPPE OTTAVIANI, italiano di 100 anni nato nel bel mezzo della Prima guerra mondiale (1916) e divenuto maggiorenne sotto le bombe della Seconda.
    «Mi alleno a giorni alterni, ma spesso capitano anche due sedute consecutive. Vado in palestra o al campo di atletica » racconta che ha scoperto lo sport solo a 70 anni e che fino ai 50 fumava e non ha mai curato l’alimentazione.
    Solo dopo il pensionamento ha cominciato a frequentare il campo di atletica ottenendo vittorie e cimentandosi anche salto in alto, lungo e triplo. Ama dire che la molla della sua vita è la curiosità.
  • ROBERT MARCHAND, francese di 105 anni, alla sua età ha percorso ben 22 chilometri in un’ora nel velodromo di Saint-Quentin-en-Yvelines. Marchand.
    Si auto definisce  “l’atleta più anziano del mondo, aveva stabilito il record orario per la categoria delle persone con più di 100 anni nel 2012, lo aveva battuto nel 2014, a 102 anni e avrebbe voluto batterlo qualche anno dopo ma tenendo conto che nel frattempo ha superato i 105 anni è stata creata una nuova categoria per lui, in cui nessun’altra persona ha mai gareggiato, quella degli over-105.  Ogni giorno Marchand si allena pedalando per 10-20 chilometri, anche se non va più in bici all’esterno perché ha paura di prendere l’influenza: usa una cyclette.
  • HIDEKICHI MIYAZAKI, 105 anni, soprannominato “Golden Bolt è lo sprinter più anziano e veloce del mondo, che ha esordito in pista alla veneranda età di 90 anni. È il detentore del nuovo record planetario: 100 metri bruciati in 42 secondi e 22 centesimi in una competizione tenutasi a Kyoto e riservata agli sprinter della terza età. “Non penso al ritiro. È tutta una questione di salute: fisicamente sono ancora al top. I dottori sono tutti sorpresi, ma io posso correre ancora per due o tre anni. Il segreto? Allenamenti quotidiani e disciplina a tavola”
  • TOMOKO è venuta in Italia 43 anni fa per studiare lirica e da allora è rimasta a viverci. Esordisce alla bellezza di 72 anni, sfoggiando un fisico invidiabile, ad Italia’s got talent con una stupefacente esibizione di pole dance. Nonostante i molti anni questa signora si avvinghia al palo e compie dei movimenti inimmaginabili anche per chi ha un quinto della sua età.
  • Come non ricordare infine PADDY JONES (Sarah Patricia) conosciuta anche come la nonna che balla dello “Stato Sociale” divenuta celebre in Italia per l’esibizione a Sanremo del 2018 all’età di 83 anni.
    Dopo la morte di suo marito, all’età di 69 anni, decide di ricominciare a ballare. Grazie alla sua forza di volontà oggi detiene il Guinness World Record come «ballerina più anziana di salsa acrobatica» e con il suo partner di ballo, Nicko Espinosa, ha vinto l’edizione spagnola di Tu sì que vales .
Abbiamo citato solo pochi degli over che grazie all’amore per lo sport hanno cambiato la loro vita dedicandosi ad esso con passione e dedizione.
Questi esempi in fondo dimostrano a tutto il mondo che per lo sport non c’è età!

Rivoluziona il tuo fitness con un click!

disponibilie su App store e Play store

Scarica WebFit App, scopri i nostri servizi, gestisci il tuo abbonamento e crea un allenamento personalizzato, flessibile ed interattivo.